• Calendario dell'Orto

I fiori in cucina: elogio alla bellezza e alla bontà!

Mentre raccogli o semplicemente compri le verdure, scegli anche alcuni fiori! Chi va alla ricerca, troverà una grande varietà di specie. Alcuni fiori eduli hanno un sapore aromatico o deciso, mentre altri hanno un gusto delicato, ottimo per guarnire insalate e altri piatti. Per secoli i cuochi hanno utilizzato i fiori in cucina, soprattutto per guarnire o decorare. Ma negli ultimi anni, sempre più persone stanno scoprendo il fascino dei colori e dei sapori dei fiori, utilizzandoli come veri e propri ingredienti.


Capriccio estetico?

Infatti, molti fiori commestibili non rappresentano solamente un capriccio estetico di qualche cuoco, ma contengono proprietà nutrizionali davvero importanti. Per fare qualche esempio, i nasturzi, la portulaca e le rose, sono molto ricche di vitamina C: il tarassaco, invece, è un portento di vitamine A e C, oltre che contenere ottime quantità di calcio, ferro e fosforo nelle foglie.

Lo stesso dicasi per i fiori dei broccoli e dei cavolfiori, che fioriscono quando non raccogliamo subito la pianta e che hanno gli stessi effetti delle crucifere a cui appartengono.


I colori dei fiori

I colori vivaci dei fiori commestibili suggeriscono inoltre la presenza di composti benefici chiamati fitonutrienti, flavonoidi e antiossidanti, i quali possono ridurre il rischio di alcuni problemi di salute, come ad esempio le malattie cardiache.


La Calendula contiene flavonoidi che aiutano a proteggere le cellule e contiene anche più luteina e zeaxantina di cavoli o spinaci. Entrambi questi composti possono aiutare a proteggere gli occhi dai disturbi legati all'età. Le violette invece sono una fonte di rutina, che promuove la salute dei vasi sanguigni e riduce l'infiammazione.

Contro le malattie


Come sapevano bene gli antichi, molti fiori contengono caratteristiche utili a contrastare numerose malattie: ad esempio, i fiori di calendula e di sambuco, che si trovano nella lista dei fiori commestibili, aiutano la digestione, riducono la febbre e stimolano il sistema immunitario. I papaveri, la camomilla e la lavanda aiutano a ridurre lo stress e aiutano a regolarizzare il sonno.


L'ibisco contiene antiossidanti che aiutano a prevenire i depositi di colesterolo e favoriscono i disturbi del fegato. I fiori di caprifoglio e issopo aiutano ad alleviare i problemi respiratori: i nasturzi contengono proprietà antibiotiche naturali e le fioriture di trifoglio rosso sono un ottimo purificatore del sangue. Viole e violette hanno proprietà anti-infiammatorie e sono utilizzate per i disturbi respiratori.


Molti dei fiori delle comuni erbe aromatiche, come basilico, rosmarino, aneto, origano e timo, hanno lo stesso sapore e valore medicinale delle foglie, ma non è altrettanto intenso. I fiori di rucola, broccoli, senape e ravanello aggiungono un sapore speziato a questa lista di fiori commestibili, e se non ti dispiace il sapore un po' amarognolo, prova la cicoria, il crisantemo e il girasole. Altri fiori insoliti presenti nella lista dei fiori commestibili includono fiori di melo, fiordalisi, fresie, nontiscordardime, gladioli, margherite, ecc


Come utilizzare i fiori edibili


Il momento migliore per raccogliere i fiori è al mattino presto, dopo che la rugiada si è asciugata e mentre iniziano ad aprirsi al sole, dando il massimo del sapore. I modi per utlizzare i fiori commestibili sono vari:


- sopra o all'interno di biscotti o torte

- per aromatizzare il burro o affini

- come condimento da aggiungere nella pasta

- per aromatizzare oli e aceti

- nelle tisane

- nelle zuppe

- crudi nelle insalate

- in pastella o fritti

Alcuni fiori, poi, si prestano per utilizzi davvero unici: ecco qualche esempio:


- I fiori di zucca, zucchine, ibisco e albicocca si prestano per essere cucinati fritti o in pastella, oppure per essere farciti.

- I petali di rosa si possono usare per rivestire le tortiere, donando anche un sapore unico alla torta

i boccioli di nasturzio possono essere raccolti come sostituzione ai capperi

- Alcuni fiori come la borragine possono essere congelati in cubetti di ghiaccio per aromatizzare le bevande

- Le viole del pensiero si possono candire per decorare le torte


Tieni presente che nonostante questi fiori facciano parte della lista dei commestibili, sono necessarie alcune precauzioni: assicurati di evitare i fiori cresciuti lungo i bordi delle strade, dove si accumulano i residui gas di scarico, oppure i fiori venduti dai fioristi: sono trattati !


Il sapore dei fiori

I fiori più fragranti sono anche i più buoni dal punto di vista commestibile; ma è anche vero che più un fiore è fragrante, e più il suo sapore sarà forte e intenso, che ci piaccia o meno. E' preferibile quindi mangiare fiori giovani, poichè gli esemplari vecchi possono avere un gusto amarognolo.

DOLCI

Questi fiori con il loro sapore dolciastro sono indicati nelle preparazioni o come decorazione di torte, muffin, biscotti e dolci al cucchiaio.


PICCANTI E PEPATI

Questi fiori daranno carattere ai vostri piatti. Si adattano a preparazioni salate e, se volete osare, provate a utilizzarle nelle preparazioni dolci!


ACIDULI

Per aromatizzare o semplicemente per creare contrasto tra i sapori, questi fiori dalle note acidule possono essere sempre utili.


AMARI

Per gli amanti dei sapori forti, questi fiori donano un leggero gusto amarognolo alle preparazioni.



Il Calendario delle erbe officinali e spontanee è il modo migliore per poter consultare, ad ogni stagione, quali piante crescono sul nostro territorio. Grazie alle immagini e ad un indice analitico, è possibile riconoscerle e controllare il mese esatto in cui nascono e fino a quando è possibile raccoglierle.

Il Calendario lo puoi trovare qui sul sito:

https://www.ilcalendariodellorto.com/acquista/Calendario-delle-erbe-officinali-e-spontanee-p122149674


© 2020 by Il Calendario dell'Orto