• Ginevra dell'Orso

Gli anni degli ortaggi


Le piante hanno una vita limitata a seconda della specie a cui appartengono. La maggior parte delle piante, quasi tutte erbacee, non vivono più di un anno: in questo tempo, germinano, fruttificano e infine muoiono. Poi vi sono le biennali, che compiono il loro ciclo vitale in due anni, formando lo stelo nel primo, e fruttificando nel secondo. Infine, ci sono gli ortaggi perenni, ovvero quelli che solitamente vegetano per diversi anni, ma quasi mai più di dieci.

Come mai le piante deperiscono prima del loro ciclo vitale?

La causa principale è quasi sempre il clima: a volte per il freddo, o per la mancanza di umidità, causata da periodi di siccità o, all'opposto, per troppa umidità, causata da abbondanti piogge.

Altri motivi possono essere la mancanza di sostanze nutritive nel terreno, o l'impossibilità da parte delle radici di nutrirsi a causa di qualche impedimento strutturale.

PIANTE ANNUALI Le piante annuali nascono e si sviluppano (fiori, frutti e semi) nell'arco di un solo anno: alla fine del loro ciclo vegetativo muoiono, e pertanto le radici devono essere estirpate e si deve procedere ad una nuova semina l'anno seguente. Eccone alcune:

Aneto Anguria Basilico Broccoli Cavolfiori Cavolo romanesco Cicoria Cipolla Coriandolo Endivia Fagioli Lattuga Mais Pastinaca Piselli Prezzemolo Rapa Ravanello Rucola Senape Zucche e zucchine

PIANTE BIENNALI Le piantre biennali completano il loro sviluppo nell'arco di due anni, e questo dato diviene fondamentale per la raccolta della pianta, qualsiasi sia la parte interessata (radice, fiore, foglia, ecc). Il primo anno producono foglie commestibili, mentre il secondo anno, dopo aver superato il periodo invernale, producono i fiori e i semi. La maggior parte delle piante biennali viene coltivata come fosse annuale, tranne nel caso in cui si vogliano recuperare i semi. Eccone alcune:

Barbabietola da zucchero Bieta Carote Rafano    Spinaci

PIANTE PERENNI Infine ci sono le piante perenni, che sopravvivono per un tempo che varia da 3 a 10 anni. Infatti il termine perenne è indicativo, giusto per differenziarle dalla maggior parte degli ortaggi che sono invece a ciclo annuale. Tuttavia, non sempre le piante perenni riescono ad esserlo quando vengono coltivate, e succede che diventino annuali; un esempio sono i pomodori, le melanzane e i peperoni, che lontani dal loro habitat naturale, vengono coltivati come fossero annuali. Eccone alcune:

Aglio Asparagi Carciofi Cavolo nero Fragole Lavanda Melanzana Melissa Menta Origano Peperone Pomodoro Rabarbaro Rosmarino Salvia Timo Topinambur

© 2020 by Il Calendario dell'Orto