• Elena Perrotta

“Vampiri e Follia? Ecco il rimedio”

La tradizione popolare attribuiva all’aglio proprietà afrodisiache, oltre a quella di tenere lontano i vampiri e la follia. Alimento usato già durante la dinastia egizia, fu cibo abituale anche per i Romani fino al I secolo A.C. quando venne abbandonato definitivamente perché maleodorante.

Tuttavia, l’aglio è un ottimo alimento: appartenente alla famiglia delle Liliacee, è una pianta erbacea perenne e bulbosa il cui fusto è ricoperto, fino alla metà della sua altezza, da foglie lineari e appuntite e porta nella parte apicale un’ombrella fiorita di colore biancastro o rosato. Il bulbo è ricoperto da tuniche e formato da tanti bulbilli a forma di spicchi, che sono la parte edibile dell’Allium sativum, a cui appartengono numerose varietà: aglio bianco, aglio rosa, aglio rosso, tutte coltivate per esigenze alimentari. Il bulbo racchiude molte sostanze: sali minerali, vitamine, proteine e oligopeptidi, molecole formate dalla condensazione di amminoacidi.

La sostanza biologicamente più interessante è l’allicina, che costituisce il componente principale dell’essenza od olio essenziale d’aglio, utile per combattere il colesterolo e i trigliceridi. Tra le altre virtù dell’aglio, bisogna ricordare le proprietà antibatteriche e antifungine contro la Candida albicans.


Adoperato nell’antichità come antisettico nelle epidemie di peste e colera, è anche un tonico, uno stimolante digestivo, un diuretico e un vermifugo. Forte è l’attività antipertensiva, vascolare e antiaggregante piastrinica, simile a quella dell’aspirina, dovuta a principi attivi chiamati "ajoeni".

Utilizzato per uso esterno, l’aglio è fortemente necrotizzante e perciò viene usato contro verruche, calli e duroni pestando degli spicchi in olio di ricino. Decotto con 20 g di spicchi pestati in 200 g di acqua, far bollire per 3 minuti e bere in giornata.

Alternativamente si può fare una tintura con 50 g di spicchi pestati messi a macerare in 100 g di alcool a 60-70 gradi per 10 giorni, filtrata poi con una tela sottile. Da berne un cucchiaio in poca acqua prima dei pasti.


A causa dei suoi effetti antipertensivi, tutte queste preparazioni sono controindicate per coloro che soffrono di pressione bassa, di gastriti, ulcere e bruciori di stomaco. In questo caso provare a sostituire l’acqua del decotto con il latte.

Quante belle proprietà, forse l’aglio è uno degli ortaggi che ne possiede di più, ma come conciliare queste virtù con l’odore acre e sgradevole dell’alito di chi ne fa uso? In commercio esistono numerosi integratori a base di aglio microincapsulato che libera il principio attivo direttamente nell’intestino dove viene assorbito, ovviando al problema dell'alitosi, ma sono piuttosto costosi...

Elena Perrotta

farmacista appassionata di piante officinali, con le loro virtù e proprietà medicamentose. Ora che è libera dal lavoro, si dedica a raccontare, in maniera semplice,tutto ciò che conosce del meraviglioso mondo floreale

https://elenaperrotta.wordpress.com

Il Calendario delle erbe officinali e spontanee è il modo migliore per poter consultare, ad ogni stagione, quali piante crescono sul nostro territorio. Grazie alle immagini e ad un indice analitico, è possibile riconoscerle e controllare il mese esatto in cui nascono e fino a quando è possibile raccoglierle.

Il Calendario lo puoi trovare qui sul sito:

https://www.ilcalendariodellorto.com/acquista/Calendario-delle-erbe-officinali-e-spontanee-p122149674


© 2020 by Il Calendario dell'Orto