• Ginevra dell'Orso

L'orto in vaso

Non sono molte le persone che possono disporre di un vero e proprio orto, e nemmeno un fazzoletto di terra da destinare alla coltivazione. Ma questo non significa che non ci si possa dedicare alla coltivazione di qualche ortaggio. In effetti, basta avere anche solo un piccolo terrazzo, un balcone, o addirittura un davanzale ben soleggiato! E allora, come fare per avere un piccolo orto?

La soluzione è l'orto in vaso: semplice e al tempo stesso gratificante. E non solo: i balconi si riempiranno di profumi e colori straordinari! Come in tutte le cose, è necessario metterci amore, passione e un po' del nostro tempo... e ovviamente seguire qualche regola di base, che adesso andiremo ad elencare.


LA LUCE

Ebbene si: la luce è un fattore determinante per la maggior parte delle piante! Alcuni ortaggi possono tranquillamente crescere con un'ombra parziale, soprattutto se si tratta di ortaggi a foglia come le insalate, gli spinaci, il prezzemolo, ecc. Ma quasi tutti amano il sole, specialmente se si parla di pomodori, melanzane, zucchine e molte erbe aromatiche.


L'ESPOSIZIONE

Le migliori esposizioni sono quelle dei balconi orientati ad est o sud-est, poiché beneficiano del sole sin dalle prime ore dell'alba. Anche le esposizioni ad ovest e sud-ovest possono andare bene, poiché godono del sole durante tutto il pomeriggio. Vanno evitate le esposizioni a nord, poiché l'ombra è quasi perenne, e anche quelle a pieno sud, che condannano gli ortaggi a un sole rovente durante i mesi estivi.


IL VENTO

Considerate sempre se la vostra zona è particolarmente ventosa e da quale direzione soffia in maniera predominante il ventro. Infatti il vento può provocare danni enormi agli ortaggi, sia di disidratazione che di rottura degli steli. Per questo è bene considerare l'ipotesi di procurarsi delle barriere frangivento apposite.


LO SPAZIO

Il problema non si pone se si possiede un ampio terrazzo: basta disporre i vasi a piacimento per dar vita a questo piccolo orticello. Se invece si tratta di un balcone, la soluzione è quella di puntare sull'altezza. Il modo più semplice è quello di utilizzare delle scale con pedata larga sulle quali appoggiare i vasi. Si possono anche utilizzare le ringhiere sulle quali appendere dei portavasi con vasi annessi, oppure anche dei vasi che scendono dal soffitto, nei quali mettere ortaggi a cascata, come alcuni tipi di pomodorino ciliegino.

I VASI

Il luogo in cui crescere i nostri ortaggi è davvero importante: infatti, molti hanno radici corte, che si prestano per una profondità di vaso di circa 25 cm, mentre altri, come ad esempio i pomodori e le zucchine, sviluppano un apparato radicale profondo, e pertanto necessitano di vasi che siano alti almeno 40 centimetri. Niente paura: puoi consultare le nostre schede tecniche per conoscere la profondità di ogni ortaggio. Generalmente, io consiglio di usare quelli di terracotta, poiché questo materiale, a differenza delle plastica, è poroso e consente alla terra di respirare; inoltre sono più adatti a quei luoghi in cui soffia molto vento. Ricordiamoci sempre che i vasi che andremo ad utilizzare, devono avere un foro per il drenaggio dell'acqua in eccesso, specialmente quella piovana, per evitare i terribili ristagni tanto temuti dalle piante.


LA TERRA

La terra, per i nostri ortaggi, è vita! E' li che cresceranno, che si nutriranno e doneranno i loro frutti: per questo è importantissimo scegliere quella giusta. Nonostante esista il terriccio universale, indicato più o meno a tutti gli ortaggi, io rimango dell'idea che il modo migliore sia quello di utilizzare la ricetta del terriccio fai-da-te. C'è una regola base da seguire, che consiste nel fare 3 strati differenti:

A) 3 parti fatte con terra da giardino, ricca di argilla, che aiuta a trattenere l'umidità.

B) 2 parti fatte con del compost

C) 1 parte fatta con della sabbia (o argilla espansa), che rende più permeabile il tutto

A questo punto, bisogna solamente decidere di scegliere gli ortaggi da seminare. E' importante consultare il calendario delle semine per sapere quale sia il periodo migliore per un determinato ortaggio e valutare se effettivamente si prestano per la coltivazione in vaso. Infatti, non tutti lo sono, poiché richiedono spazi vitali piuttosto ampi o semplicemente hanno un apparato radicale molto profondo. Ma quali sono veramente indicati? Iniziamo a distinguere il tipo di ortaggio:


ORTAGGI A FOGLIA

lattughe, cicorie, bietole, spinaci, insalate da taglio


ORTAGGI A SEME

fagioli, fagiolini, piselli e fave


ORTAGGI DA FRUTTO

pomodori, peperoni, melanzane, peperoncini, zucchine, cetrioli


ORTAGGI A RADICE

carote, ravanelli


ORTAGGI DA BULBO

aglio, cipolle


PIANTE AROMATICHE

basilico, prezzemolo, rosmarino, timo, maggiorana, origano, menta, salvia, erba cipollina


FRUTTA

ribes, fragole, lamponi, mirtilli

Ecco una scheda riassuntiva che consiglia, inoltre, le profondità dei semi e crescita delle piante che andremo a seminare

A questo punto, non ci resta che prendere qualche vaso, stabilire quale ortaggi vogliamo crescere in vaso e... buona semina!! :-D

© 2020 by Il Calendario dell'Orto